PD Varese
PD Lombardia  PD Nazionale
 
 Camera dei Deputati
Deputati PD
 

Cos'è cambiato in Lombardia?

Con la bufera che si sta abbattendo sul Pirellone negli ultimi mesi, mi sono ritrovato a fare un bilancio di quello che è cambiato in questi anni in Lombardia. Soprattutto quando, tra i miei documenti, ho ritrovato il testo di un intervento scritto nel 2005 a sostegno della candidatura del mio amico Stefano Tosi, tutt'oggi consigliere regionale in Lombardia, rieletto nel 2010.

Mi ha colpito come, dopo altri sette anni di giunta Formigoni, quasi nulla sia cambiato dalla situazione da me descritta allora: "in Lombardia si è in grado di affrontare le patologie acute. Ma non sono sparite le code per visite, esami e ricoveri" scrivevo nel 2005. Ed oggi non solo non è cambiata di molto la situazione, ma altri aumenti di ticket hanno colpito i contribuenti. Oggi, come allora, penso che ""privato" possa svolgere un'utile funzione di integrazione, a patto però che sia soggetto ad una condizione di programmazione e di controllo da parte della Regione". 

 

Ancora, sull'ambiente: i dati sul Pm10 erano preoccupanti allora e lo sono ancora oggi, e cosa è stato fatto per cambiare la situazione? Le infrastrutture lombarde, i treni per i pendolari, il fallimento di Malpensa: tutte questioni rimaste sospese, irrisolte dopo sette anni di governo della regione che dovrebbe essere la locomotiva d'Italia.

Per non parlare della questione trasparenza: già allora, quando ero parte dell'ufficio della commissione d'inchiesta, avevo rilevato "gravi irregolarità negli appalti, negli incarichi professionali". "Lasciamo il compito di indagare alla Magistratura", dicevo nel 2005: lo ripeto ora, nel momento in cui questi nodi stanno finalmente giungendo al pettine.

Leggi l'intervento

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna