Il Pd in Valle Olona per dire no alla Elcon

  • Stampa

Sabato pomeriggio sono andato in piazza, a Castellanza, con i rappresentanti del Pd locale e con i cittadini che, ormai da mesi, vogliono dire "no" all'insediamento della Elcon e del suo impianto di riciclio dei reflui chimici. 

Come hanno riportato i giornali locali (leggi La Prealpina - leggi La Provincia di Varese), eravamo tantissimi in piazza per difendere un territorio che ha già dato troppo, che ha subito danni ambientali incalcolabili e che, nonostante tutto, non sta avendo particolari vantaggi in termini occupazionali rispetto ad altre zone della provincia di Varese, quella con più disoccupati tra le provincie lombarde.

 

Il Pd rispetta l'autonomia del comitato, ma si impegna a tutti i livelli per dare una spinta nella direzione giusta: quella del rispetto dell'ambiente e dei cittadini. Perchè il lavoro dequalificante o dannoso per la salute non è il futuro che vogliamo dare all'Italia, quindi anche alla Valle Olona: il lavoro più utile, produttivo e che fa meglio alla crescita è il lavoro che permette qualità della vita e dell'ambiente. La Valle Olona ha già dato troppo da questo punto di vista: è una delle zone della provincia con il più alto tasso di inquinamento atmosferico, e il fiume Olona è il più inquinato d'Europa.

Questi cittadini meritano tutto il nostro impegno, perchè la politica non può essere estranea alle preoccupazioni della gente. Un plauso, quindi, va anche al Pd locale, che è riuscito a coinvolgere e motivare nel modo giusto i livelli regionali e nazionali del partito, dimostrando anche di essere persone legate al proprio territorio, capaci di portare avanti battaglie coraggiose, che guardino ad un futuro in cui il lavoro sia portato avanti da progetti culturali in grado di creare qualità della vita e dell'ambiente.